fbpx

Siamo una famiglia

Birra Carrù è un microbirrificio artigianale indipendente, ma prima di ogni cosa è una famiglia.

Condividiamo la miopia, l’essere gattari, i nasi non proprio alla francese e quello che noi chiamiamo birrufficio, perché qui tutti facciamo un po’ tutto. Tranne cucinare: la cucina è di Lella e guai a chi tocca.

Ci piace la semplicità, che poi è una cosa difficilissima. Le nostre birre artigianali  e le bibite naturali  sono semplici: piacevoli da sorseggiare e buone da bere. Familiari.

Non siamo la famiglia da pubblicità. Litighiamo, ehm… ci confrontiamo e il buonumore di prima mattina non ci appartiene. Ma bastano quattro pinte fresche, un po’ di musica e, alla fine, stare insieme.

foto ritratto di Lelio Bottero, proprietario di Birra Carrù

Lelio

General Manager e Mastro Birraio

(paga, ma si prende anche i meriti)

 

Sono il mastro birraio e il fondatore di Birra Carrù. In realtà sono perito elettronico, radioamatore e deejay. E anche un responsabile commerciale. Volevo diventare uno scrittore.

Della birra artigianale mi sono innamorato presto e scrittore un po’ lo sono stato per davvero: ho pubblicato sette libri tra il 2005 e il 2016. Ma il primo amore è sempre Lorella che ho sposato a vent’anni. Ho qualche migliaio di vinili, una gatta sociopatica e un sogno diventato microbirrificio.

immagine di Lorella Melani, mastra birraia di Birra Carrù

Lorella

Mastra Birraia e Mental Coach

(sa le ricette a memoria e mette tutti d’accordo)

 

Sono la mastra birraia e il paciere di Birra Carrù. Scelgo gli ingredienti, proteggo gli equilibri. Metà piemontese e metà toscana, amo mangiare bene e cucinare. Ho fatto la cuoca in locali, mense e al Giratempopub, birreria di famiglia dal 2011 al 2016.

Ma, prima di tutto, sono una mamma: a vent’anni avevo un negozio di stoffe e Paola che dormiva in un cesto di vimini sotto al bancone; a ventisette, è nata Marianna. Faccio pilates, ho un gatto coccolone, mio sous-chef, e non rinuncio a un piatto di funghi fritti.

Paola Bottero, Office manager di Birra Carrù

Paola

Office Manager e Brewery Tour Guide

(maga di reclami e scartoffie, fa le migliori visite guidate in birrificio)

 

Sono la capoufficio di Birra Carrù. Se chiami, rispondo. Hai bisogno della fattura elettronica? Sempre io. Poi guido le visite in microbirrificio: dalla macinatura alla rifermentazione, racconto cosa facciamo. Chi siamo.

Non dico mai di no a giochi di ruolo, di società o a una maratona di film Harry Potter. A proposito di #potterhead, sono la webmaster di Giratempoweb.net e l’organizzatrice dei Potteraduni in Italia. Ho una gatta bianca e una nera, un abbonamento Netflix e un armadietto pieno di spezie.

immagine di Marianna Bottero, Head of Content di Birra Carrù

Marianna

Head of Content

(scrive, fotografa… racconta)

 

Sono la responsabile della comunicazione di Birra Carrù. Online e offline. Quando non scrivo, obbligo il resto della famiglia a fare selfie, stories, o cerco (invano) di spiegare a Lorella la differenza tra Facebook e Instagram. Sono diplomata in Storytelling alla Scuola Holden di Torino.

Con due amici, ho fondato Shrimp Creative Studio. Scrivo di birra artigianale italiana su “gustoSano” e di senza glutine su “Dissapore”. Ebbene sì: sono la figlia celiaca di un mastro birraio! Amo Torino, la nebbia, le parole giuste. Fare i dispetti. Le American Pale Ale e le Stout (gluten free, eh).

0